Seleziona una pagina

Considerata il salotto di Bolzano, Piazza Walther von der Vogelweide è il centro di Bolzano, il luogo dove si svolgono tutte le principali manifestazioni, tra cui i Mercatini di Naltale di Bolzano, il Mercato dei Fiori, la Festa dello Speck e la Festa della Zucca.

La piazza prende il nome da Walther von der Vogelweide, originario della zona e famoso poeta vissuto nel Medioevo.
La storia di questa piazza è travagliata e anche la statua che la domina ha una storia piuttosto complicata.
La piazza fu voluta da re Massimiliano di Baviera, che vendette il terreno al Comune di Bolzano per farne una piazza che portasse appunto il suo nome: per diversi anni questo luogo non rimase altro che una distesa di terra battuta, che iniziò però – grazie all’ombra degli alberi che vi crebbero spontaneamente – ad essere apprezzata dai cittadini e dai turisti.

Successivamente prese il nome dell’arciduca Giovanni d’Austria (Johannsplatz), che volle al centro della piazza la statua del grande poeta trovatore Walther von der Vogelweide. Proprio a lui nel 1901 la piazza fu dedicata.

Nel 1935, quando l’Alto Adige venne annesso all’Italia, la piazza venne intitolata a Re Vittorio Emanuele III e la statua di Walther von der Vogelweide fu allontanata: fu soltanto dopo la fine della seconda guerra mondiale, dopo una parentesi in cui la piazza fu dedicata alla Madonna, che la statua tornò al centro della piazza e venne ripristinato il nome del poeta tedesco.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.